Gran Canaria: il continente in miniatura


Isole Canarie map

 

Che le Canarie siano una realtà a sé è cosa risaputa, ma Gran Canaria esagera davvero! Quest’isola ha tutte le credenziali per essere definita un vero e proprio continente in miniatura: mare, montagna, metropoli, deserto, villaggi di pescatori, crateri vulcanici… che altro?!

Voi mi direte: beh, anche in Italia abbiamo tutto questo!

Si, senza dubbio, e l’Italia (paesaggisticamente parlando) guai a chi la tocca. Ma qui stiamo parlando di un’isola relativamente piccola, molto più piccola di una nostra regione piccola. Per farla breve: Prendete UN TERZO DI MOLISE, e metteteci dentro tutte queste cose. Gran Canaria ce le ha!

COME TANTE VACANZE IN UNA

Ebbene si, anche chi vive a Lanzarote sente il bisogno di staccare la spina ed andare in ferie! Dopo più di un anno finalmente arriva il momento delle vacanze, e quale migliore occasione per proseguire il mio progetto di esplorare ognuna delle isole Canarie?!

In realtà i primi giorni di ferie li ho passati in Italia… e anche se dopo un anno di assenza è impossibile riuscire a fare tutto quello che si vorrebbe, il ritorno in patria tra famiglia ed amici è stato lo stesso emozionante!

Ok, fine della digressione. Il 5 si riparte per Lanzarote, e il 6 subito ci si imbarca per Gran Canaria: crisi isterica e ansia per il poco tempo a disposizione! Apri la valigia, togli cappotti-stivali-maglioni e metti costumi-shorts-vestitini! Detta così sembra facile, ma ri-formattarsi dopo essersi QUASI abituati al freddo non è così automatico.

 

Partendo da Lanzarote per Gran Canaria
Vista di Arrecife dalla nave

 

Perchè in nave? Perchè tanto avrei dovuto noleggiare una macchina per i 10 giorni di vacanza, e a sto punto porto la mia Lilith. Il viaggio di 2 persone + un veicolo costa davvero poco se sei residente canario, circa 117€ A/R. Non mi sarebbero bastati neanche per l’affitto della macchina!

È impossibile raccontare Gran Canaria con un post. Ma è altrettanto ingiusto non farlo, anche solo per provare a spiegare la sua impressionante diversità. Ogni cosa che ho visto è stata più o meno spettacolare, ma ciò che la rende unica è il fatto di convivere nella stessa isola con altre realtà, che sembrano appartenere a mondi diversi.

Quindi più in là dedicherò un post ad ogni tappa meritevole, ma adesso lasciatevi andare ad un’infarinatura generale!

LE MILLE FACCE DI GRAN CANARIA

Gran Canaria è la terza per grandezza di tutte le isole Canarie dopo Tenerife e Fuerteventura; QUASI LA METÀ del suo territorio è stato dichiarato riserva della biosfera. Contiene una delle 2 capitali canarie, Las Palmas de Gran Canaria, che da sola ha il triplo degli abitanti di tutta Lanzarote. Non so se rendo.

In ogni caso NON è questa la città che fa maggiore turismo: Las Palmas è una città cosmopolita, piena di studenti universitari e gente delle etnie più varie. Scordatevi i bianchi villaggi di pescatori Lanzaroteñi: rapportata alla realtà canaria, Las Palmas si può considerare una metropoli. Piena di vita a tutte le ore del giorno e della notte, soprattutto intorno alla sua kilometrica spiaggia (se non la conosci, scoprila QUI), Playa de Las Canteras. Il suo centro storico, La Vegueta, era la base di Cristoforo Colombo durante i suoi viaggi verso l’Atlantico.

 

Las Palmas de Gran Canaria - barrio de La Isleta
Las Palmas, scorcio del quartiere La Isleta

Las Palmas de Gran Canaria - catedral de S. Ana
Las Palmas, cattedrale di Santa Ana

Las Palmas de Gran Canaria - La Vegueta, Casa de Colon
Las Palmas, casa de Colòn nel centro storico de La Vegueta

Zona sud

Il turismo massivo si sviluppa nella zona SUD, soprattutto nelle zone di Maspalomas – Playa del Inglés, (estremo sud dell’isola), zone di frequentazione nudista, naturista e gay-friendly, dove troviamo un’attrazione davvero singolare: le DUNE di Maspalomas, un vero e proprio deserto in miniatura che si estende per kilometri, formato dalla sabbia del Sahara. È l’unica formazione naturale del genere in Europa, sebbene non sia proprio di natura europea. Gli dedicherò un post a parte (leggilo QUI), è senza dubbio l’esperienza che mi ha lasciata più sconvolta!

 

Gran Canaria - dune di Maspalomas
Dune di Maspalomas

 

Lungo la costa sud-ovest di Gran Canaria troviamo una continua serie di “villaggi” (se così vogliamo considerare anche gli enormi resort che occupano gran parte della costa), come Puerto Rico o Anfi del Mar, e porti di pescatori, come Arguineguín (dove vi consiglio di fermarvi a mangiare il pesce, ubriacarvi con del vino bianco e POI provare a pronunciare il nome del villaggio).

 

Gran Canaria - Arguineguin
Arguineguín, porto di pescatori

Gran Canaria - Playa de Los Amadores
Playa de Los Amadores

 

L’ultimo di questi è Mogán, o meglio Puerto de Mogán, che è davvero una BOMBONIERA sul mare: il porto turistico più suggestivo ed elegante che abbia mai visto. La chiamano La Venezia delle Canarie! Passeggiare qui è un incanto, soprattutto quando arriva il tramonto e si riesce a vedere Tenerife in lontananza. 10 e lode. (leggi il POST su Mogán)

 

Gran Canaria - Puerto de Mogan
Scorcio di Puerto de Mogán

Gran Canaria - Puerto de Mogan al tramonto
Tramonto su Puerto de Mogán

Entroterra

La costa sud è finita! Saliamo verso l’entroterra e… TOH! Dal mare ci ritroviamo in una foresta di conifere. Questa zona è tutta riserva naturale, sembra un Gran Canyon foderato di verde! Qui ci sono i rilievi maggiori dell’isola, il più alto è Pico de Las Nieves ed è alto quasi 2000m.

Il più suggestivo è invece il Roque Nublo, un’imponente formazione monolitica in cima ad una montagna, al quale si arriva con un percorso meraviglioso immerso nella natura; guardatevi intorno! Non lasciatevi sfuggire i panorami mozzafiato, e magari qualche rapace di passaggio!

 

Gran Canaria - Parco del Roque Nublo
Sul percorso del Roque Nublo

Gran Canaria - Roque Nublo
Veduta del Roque Nublo

 

Al ritorno attraversate Tejeda, dichiarato uno dei villaggi più belli di tutta la Spagna. Avendo già nominato il Molise, per chi c’è stato vi sembrerà di stare nella bellissima Capracotta… però a maniche corte, anche a dicembre!

Stesso discorso vale per Teror, meraviglioso villaggio che custodisce la Madonna di Nuestra Señora del Pino, patrona di Gran Canaria; meta di pellegrinaggi religiosi e località delle sorgenti d’acqua, Teror merita la visita!

 

Gran Canaria - Tejeda
Vista dal belvedere di Tejeda

Zona nord

Il nord è diverso. Una suggestiva autovia (la GC3) ci permette di percorrerlo e osservare i suoi paesaggi aspri e brulli. Qui le onde arrivano impetuose e ci si cimenta con il surf. Le strutture turistiche sembrano quasi essere sparite per lasciare il posto a scogliere e immense piantagioni di banane.

In questa zona c’è “la storia” di Gran Canaria, nei ritrovamenti archeologici della Cueva Pintada di Galdar, e l’arte e l’architettura del villaggio di Arucas (dove se poi ne avete abbastanza di storia e arte, trovate la fabbrica del rum canario Arehucas).

 

Gran Canaria - Norte
Un paese interamente costruito sulla roccia, visto dall’autovia GC3

Gran Canaria - cattedrale di Arucas
San Juan Bautista, cattedrale neogotica di Arucas

 

Nonostante la densità di contenuti, mi sembra comunque di aver tralasciato un milione di cose. Gran Canaria mi ha scioccata!

Spero comunque di avervi reso parte del mio viaggio, e di avervi fornito spunti per il vostro 🙂

 

FORSE TI PUò INTERESSARE:
Ti è piaciuto il post? Votalo!

20 Commenti

  1. Che dire, ogni volta mi fai vedere un posto sempre più bello di quello precedente! Credo che essere catapultati da isole come Lanzarote in una metropoli faccia un pò strano, almeno io me lo immagino così. 🙂

     
    1. ehehehe Las Palmas la conoscevo già, alla fine sono sempre romana e ogni tanto ho bisogno di catapultarmi nel caos… però è una carta che mi gioco come vacanza 😀
      la adoro, secondo me è la città emblema della gioia di vivere!
      Grazie del commento, spero che ti sia piaciuto anche tutto il resto dell’isola 🙂

       
  2. Pingback: Video: Las Palmas come non l’avete MAI vista… emozionante! | Vita da canari

  3. Pingback: L’incantevole Puerto de Mogán | Vita da canari

  4. Pingback: Vita da canari

  5. Pingback: Tejeda, borgo TOP delle Canarie – Vita da canari

  6. Pingback: Toccata e fuga a Corralejo – Vita da canari

  7. Pingback: Tejeda, borgo TOP di Gran Canaria • VITA da CANARI

  8. Pingback: Playa de Las Canteras: ricordi di Gran Canaria • VITA da CANARI

  9. Pingback: L'incantevole Puerto de Mogán • VITA da CANARI

  10. Pingback: Un deserto alle Canarie: Le Dune di Maspalomas • VITA da CANARI

  11. Pingback: Toccata e fuga a Corralejo • VITA da CANARI

  12. Pingback: La Gomera, il belvedere delle Canarie • VITA da CANARI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.