La Geria – Le strade del vino di Lanzarote

Lanzarote map, La Geria

 

Forse qualcuno si sorprenderà, ma a Lanzarote ci viene il vino buono! E ve lo dice un’italiana, un’italiana che http://exchangehotelcardiff.co.uk/?gclid=Cj0KCQiAxZPgBRCmARIsAOrTHSb-OnHo3rKvDvVRPMw6cAgu-pdI_6DCso415zO3rLsdYxaFZnnyelcaAmIqEALw_wcB AMA IL VINO.

Passando per La Geria, regione nell’entroterra dell’isola, scoprirete un altro microcosmo canario dall’altissimo potenziale.

Voglio fare una premessa:  click here non serve essere dei sommelier o degli enologi per apprezzare il paesaggio de La Geria. Tuttavia, chi ne sa qualcosa potrà rendersi conto di quanto ciò che sto per mostrarvi sia surreale!

LA GERIA: CASA DEL MALVASIA

Vi è familiare? Ce l’abbiamo anche noi, sparso per varie regioni dell’Italia. Il http://quantumbuild.net/author/sharyn/ clima caldo e secco e il terreno vulcanico di Lanzarote sono i fattori ideali di crescita e sviluppo di questo vitigno; non potete neanche immaginare QUANTO, DOVE e COME cresca.

 

Lanzarote, La Geria - panoramica
La Geria – Panoramica

 

Che vino è?

Beh, di Malvasia ce ne sono parecchie varietà, sia bianche che rosse; qui parliamo del buy lasix online overnight delivery Malvasia vulcanico e per il 90% ha frutto bianco; è un vino raffinato che ha sentori fruttati, anche nella sua variante secca è sempre morbido e a volte profuma di fiori.

La sua qualità zuccherina lo rende molto adatto per qualità dolci, semi-dolci e moscato, che qui vanno per la maggiore; io preferisco quello secco, come per la maggior parte degli italiani.

 

Dove e come cresce?

Incuriositi dalla fama del vino di Lanzarote, quando arrivammo qui in vacanza, comprammo “alla cieca” una bottiglia che tra le tante ci ispirava per la sua forma (era blu e sembrava un vaso).

Da italiani eravamo piuttosto scettici; quando invece l’abbiamo assaggiata (leggi: scolata) siamo rimasti molto entusiasti, così il giorno dopo siamo andati a curiosare tra le vigne.

 

 

Lanzarote, La Geria- Yaiza seco
La bottiglia incriminata.

 

Abbiamo seguito le indicazioni per La Geria, percorrendo la strada che attraversa l’entroterra dell’isola verso sud.
Il paesaggio comincia a cambiare: il terreno si inasprisce, i colori diventano scuri, campi e colline sembrano coperti di roccia vulcanica nera. Compaiono delle forme semi-circolari, come muretti di pietra, che ricoprono in sequenza ritmica tutte le superfici.

Sono gli zocos, e servono a proteggere la pianta dal vento; i disegni che formano sono unici nel loro genere ed hanno decorato il paesaggio di Lanzarote in modo spettacolare, unico in tutte le isole Canarie.

 

Lanzarote La Geria zocos
La Geria – gli “zocos”

LE DEGUSTAZIONI

Il solo vedere questo spettacolo ci aveva ipnotizzati.

Ma noi finché non proviamo, non crediamo! Perciò siamo entrati in una delle numerose bodegas (=cantine) che si incontrano sulla strada; questi casali tra i vigneti propongono formule di degustazione, vendono vari prodotti (non solo vino!), e nelle cantine più “storiche” c’è anche il museo. La Florida, Stratus, Rubicòn, sono solo alcune delle più famose; noi ci fermammo a quella del Grifo.

 

Lanzarote, La Geria - El Grifo
Cantina El Grifo

Lanzarote, La Geria - El Grifo shop
El Grifo – shop

 

Ormai li ho provati quasi tutti e posso dire che non è il mio preferito, ma come esperienza la bodega el Grifo è sicuramente la migliore: la consiglio a chi fosse interessato a passare un’oretta tra degustazioni e storia della coltivazione del vino a Lanzarote.

Tra le varie combinazioni che offre, noi abbiamo scelto la più completa: assaggio di 6 vini + piatto di formaggi e crackers + entrata al museo. Viene spiegata in maniera chiara la differenza tra i vini per avere la possibilità di scegliere con criterio quale assaggiare; i formaggi sono sia freschi che affumicati, entrambi di capra (altro prodotto DOC di Lanzarote).

 

Lanzarote, La Geria - bodega el grifo
Degustazione

 

Interessante il museo, soprattutto per chi se ne intende (Max lo ha apprezzato più di me) e molto ben curato il negozio, dove oltre al vino si possono trovare creme e trattamenti di vinoterapia, libri e raccolte fotografiche, souvenirs a tema.

 

Lanzarote, La Geria - vinoterapia
El Grifo – vinoterapia

 

Beh, se non siete abituati magari prendetevi una mezz’oretta prima di rimettervi in viaggio in auto: l’abbondanza degli assaggi, l’euforia da vacanza e il caldo mettono il fisico a dura prova! E qui con il codice stradale non si scherza 😀

 

La Geria Lanzarote regione del vino
L’inconfondibile paesaggio de La Geria

 

 

CONSIGLI

  • Il consiglio più prezioso è sicuramente quello sopra: non guidate se il vino vi ha dato un destro-sinistro!
  • Qui le eccellenze se le fanno pagare. Anche se è a km zero, il vino di Lanzarote ha un costo medio-alto (rispetto ai più commerciali); nonostante ciò, io consiglio a chi viene in vacanza di non negarsi questo piacere.
    Sulla carta del ristorante, tra un vino peninsulare a 11€ e un Malvasia Vulcanico di Lanzarote a 17€, non esitate… scegliete Lanzarote 😀 (non prendo provvigioni, sono semplicemente innamorata di questo vino!)
  • Adesso sono qui da un po’, sto imparando a conoscere i vini di Lanzarote piuttosto bene e ho constatato che le cantine maggiormente pubblicizzate per visite e degustazioni non sono quelle che hanno il prodotto migliore, almeno a mio parere.
    Sia chiaro: si parla di sottigliezze, perché il vino prodotto qui è tutto di alto livello; però ad esempio El Grifo e La Florida che sono le cantine più famose e magari più facili da incontrare in commercio, non offrono il prodotto di maggiore qualità. Viceversa, la cantina del Bermejo, a mio parere vino TOP dell’isola, si presenta scarna e con possibilità di degustazione limitata, oltre ad essere nascosta e per niente pubblicizzata. Insomma: sperimentate, e non fidatevi solo di quello che è maggiormente pubblicizzato!
  • Se vi avanza tempo provate il rosso, altrimenti… non vi perdete granché. Non è la loro specialità.
  • Se tutto ciò vi ha entusiasmato e volete comprare del vino… vi consiglio di andare alla casa-museo del Monumento al Campesino; è a struttura creata da César Manrique e situata nel centro geografico dell’isola, che vuole rendere omaggio alla tradizione contadina di Lanzarote (per come si sono ingegnati in mezzo a tutto questo magma, un monumento se lo meritano davvero!). Il negozio della casa-museo ha i prezzi più bassi che ho incontrato finora, così mettereste la ciliegina sulla torta a questa esperienza campestre/culturale/bevereccia!

 

Lanzarote La Geria al tramonto
La Geria al tramonto

Cosa aspetti…? Organizza il tuo viaggio! 


728 x 90 IMU Leaderboard

Banner eMotion 728 x 90

12 Commenti

  1. Elena ovviamente ho letto questo come primo articolo, poi mi sono persa nel tuo blog.
    E già lo amo!!
    Bellissimo il modo che hai di raccontare l’isola, bellissima la tua idea di prendere e partire (e rinascere da un’altra parte).
    Le foto sono eccezionali e io ho una gran voglia di prendere il primo aereo per Lanzarote.
    Cercherò di aspettare comunque le vacanze di Natale 🙂
    Un abbraccio.
    Dorina

    1. grazie davvero!!! scrivo “di getto” col mio modo di vedere le cose, il resto lo fa l’ambientazione!
      sono davvero contenta che ti piaccia…
      e se vieni, non si sa mai, avvisami! 🙂

  2. Pingback: #dadoveblogghi – tutti i blog su una mappa! | Vita da canari

  3. Roberto

    Sono appena rientrato da un mese speso su questa bellissima isola, da maremmano non pensavo di rimanere affascinato dalla produzione di vino così lontano dalla mia terra, un qualcosa di unico.
    Visitare le cantine è un must, il vino è veramente buono, confermo quello che hai scritto, le cantine più blasonate non sono le migliori in fatto di qualità… anche se le differenze sono minime

    1. Si infatti ci ho tenuto a specificare che in ogni caso si tratta di vino di ottima qualità!
      Mi fa davvero piacere che anche tu lo abbia apprezzato! Ce n’è qualcuno in particolare che hai preferito?

  4. Pingback: La terra dei vulcani: il paesaggio lunare di Lanzarote – Vita da canari

  5. Pingback: #dadoveblogghi – tutti i blog su una mappa! – Vita da canari

  6. Pingback: La terra dei vulcani: il paesaggio lunare di Lanzarote • VITA da CANARI

  7. Pingback: Los Hervideros - La forza del mare • VITA da CANARI

  8. Pingback: Settembre alle Canarie • VITA da CANARI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.