La terra dei vulcani: il paesaggio lunare di Lanzarote


Lanzarote, Parque Timanfaya map
Oggi dopo ben 2 mesi di assenza torno con un post “scottante”… come la lava!

Lanzarote è anche conosciuta come “l’isola dei vulcani”; è vero, in effetti tutte le Canarie sono di origine vulcanica ma… vi assicuro che Lanzarote è la più vulcanosa!

L’ISOLA CHE È RINATA DAL SUO STESSO DRAMMA

L’inverno qui alle Canarie, si sa, dura poco. A dicembre si può andare ancora al mare, poi per un paio di mesi le cose cambiano… e ci si ritrova a fare quelle cose che, chi abita qui sull’isola come me, difficilmente farebbe d’estate. Tipo fare quelle escursioni che con 40°C e il sole cocente mi avrebbero causato collassi e svenimenti, vista la mia pressione bassa.

E così ho colto l’occasione per andare a visitare il Parco Nazionale Timanfaya, la più importante riserva di Lanzarote, dichiarata dall’UNESCO riserva della biosfera.

 

Parque Timanfaya entrata
il diavoletto simbolo del Parco Timanfaya (e io)

 

Il parco è la testimonianza geologica delle eruzioni vulcaniche che dal 1730 per 6 anni hanno devastato l’isola; la lava fuoriuscì così a lungo che arrivando alla costa si solidificò nel mare allargando l’isola di diversi kmq.

Lanzarote poi rinacque dalle sue stesse ceneri, trovando nel terreno vulcanico la fonte più fertile per alcuni dei suoi prodotti più famosi: il vino, l’aloe, i cactus. Basta percorrerla per rendersene conto!

 

Timanfaya Lanzarote
Sulla strada per il Parque Timanfaya

 

Il tragitto vi calerà già in un’atmosfera surreale.

Da qualsiasi punto arriviate, si attraversano immense distese di magma per arrivare al centro visitatori del Parco Timanfaya, quasi incastonato nella roccia. È lì che va fatta la prima sosta, per capire a fondo cosa andrete a vedere.

 

LAnzarote - centro visitatori Timanfaya
ingresso del centro visitanti

 

Oltre alle esposizioni sulla storia e la geologia dei vulcani a Lanzarote, c’è una sala dove viene simulata con rumori e vibrazioni l’eruzione vulcanica (esperienza inquietante). In più, avrete modo di camminare tra il magma tramite alcune lunghe passerelle. Non si sentono rumori e non ci sono sostanziali forme di vita; si respira la devastazione naturale che è avvenuta 300 anni fa; è inquietante, ma va fatto.

 

Timanfaya - tra il magma
passerella tra il magma

COME PASSEGGIARE SULLA LUNA

Proseguendo un altro paio di km, si arriva all’entrata del parco. Qui siamo obbligati a lasciare la macchina, la vera escursione si fa in autobus. Non si può circolare a piedi, quindi zero probabilità di barcollare sotto il solleone svenendo in un cratere 😀

Ciò che ho visto nel Parque Timanfaya è stato a dir poco alienante. Non fosse per l’autobus carico di turisti su cui mi trovavo, avrei giurato di stare sulla Luna. O su Marte?

 

vulcani Lanzarote Timanfaya
scorcio del Parque Timanfaya

Parque Timanfaya vulcani
Crateri vulcanici e l’oceano sullo sfondo

 

Immense vallate, promontori, crateri, rocce che prima erano liquido e ora non lo sono più, ma ne hanno conservato la forma… un paesaggio rosso, ocra, nero, giallo senape
L’autobus passa in mezzo ai vulcani, li percorre, e sullo sfondo vi regala la vista dell’oceano. Uno spettacolo gentilmente offerto dalla natura.

Proverò a rendervi parte della mia esperienza con questo video… ma siate clementi, è stato registrato attraverso il vetro dell’autobus!

 

Nel parco c’è anche un ristorante con vetrata a nastro, ovviamente con vista sui vulcani, progettato dal famoso architetto Lanzaroteño Cesar Manrique.

Pensate che qui la carne alla brace si cuoce su di una sorta di pozzo da cui sale il calore vulcanico. Se non l’avessi visto coi miei occhi non ci crederei: d’altronde basti pensare con quale prepotenza l’acqua buttata in degli appositi fori riaffiora prepotentemente sotto forma di geyser.

 

Ristorante Timanfaya Lanzarote
Yummmm!

Montanas del fuego Lanzarote
basta buttare delle sterpaglie e…

 

L’esperienza di Timanfaya è assolutamente tra le prime cose da fare a Lanzarote!
E se volete viverla in modo davvero suggestivo, c’è la possibilità di percorrere le montagne del fuoco in sella ad un dromedario!

Timanfaya camel rides
Timanfaya – camel rides

NOTE PRATICHE

Il Parque Nacional Timanfaya è un’attrazione a pagamento; il biglietto costa circa 9€ per i non residenti.
Se però avete intenzione di visitare anche altre attrazioni a Lanzarote, c’è la possibilità di fare dei biglietti speciali, “pacchetti convenienza” per 3 attrazioni a scelta tra:

Si possono comprare direttamente nelle biglietterie delle attrazioni stesse, dove troverete la tabella delle combinazioni con i prezzi (alcune costano 9€, altre 4,50€, da qui la differenza di costo delle combinazioni). Si risparmiano parecchi soldini, soprattutto se si viaggia in più di 2 persone, quindi meglio saperlo prima! 🙂

 

Timanfaya - magma
magma

simbolo del Parque Timanfaya
simbolo del Parque Nacional Timanfaya

 

ALTRO SU LANZAROTE:
Ti è piaciuto il post? Votalo!

12 Commenti

  1. Pingback: Jardín de Cactus – Vita da canari

  2. Pingback: Los Hervideros – La forza del mare – Vita da canari

  3. Pingback: #dadoveblogghi – tutti i blog su una mappa! – Vita da canari

  4. Pingback: #dadoveblogghi - tutti i blog su una mappa! • VITA da CANARI

  5. Pingback: La Geria - Le strade del vino di Lanzarote • VITA da CANARI

  6. Pingback: Los Hervideros - La forza del mare • VITA da CANARI

  7. Pingback: Il Mercato di Teguise: una domenica di musica e colori • VITA da CANARI

  8. Pingback: Mirador del Rio: senza fiato! • VITA da CANARI

  9. Pingback: Jardín de Cactus: il parco "spinoso" di Lanzarote • VITA da CANARI

  10. Pingback: L'oasi magica di Jameos del Agua • VITA da CANARI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.