Playa de Las Canteras: ricordi di Gran Canaria


Gran Canaria, Las Canteras map

 

C’è un posto qui nelle Canarie che mi è rimasto nel cuore: Playa de Las Canteras, nella vicina isola di Gran Canaria.

A distanza di mesi dalla mia permanenza lì, ho ancora un ricordo fantastico, di un luogo sempre vivace, sorprendente e pieno di vita… forse anche troppo 😀

PRIMO VIAGGIO A GRAN CANARIA

Nel mio primo viaggio alle Isole Canarie, per decidere il posto ideale in cui trasferirsi, al primo posto c’era Gran Canaria.

Me l’avevano descritta come un’isola cosmopolita, ricca di studenti universitari, sempre piena di vita e movimento: il posto ideale per costruire qualcosa da zero.

Anche qui abbiamo alloggiato nella capitale, Las Palmas de Gran Canaria, sempre a causa delle mie strane paturnie: ho paura di annoiarmi, quando la tranquillità è troppa e c’è poco rumore… l’ansia diventa di casa.

Di Roma amavo il sottofondo notturno: gli schiamazzi della gente sotto casa, le macchine che corrono su via Tiburtina… si, anche il camion della nettezza urbana. Ho bisogno di alimentare i miei ricordi cittadini stando in una città.

 

Gran Canaria - vista su Las Canteras
Vista di Las Canteras dal nostro hotel

 

E quindi Las Palmas! Città universitaria e di movida, dove convivono costruzioni moderne, palazzi austeri e una periferia coloratissima; un centro città antico, il quartiere storico di La Vegueta, che racconta l’inizio dell’epoca delle conquiste (Cristoforo Colombo aveva qui la sua residenza!) e… of course, una spiaggia. E che spiaggia!

 

Playa de Las Canteras - barche
Playa de Las Canteras al tramonto

LA REGINA DELLE SPIAGGE URBANE

Io la ricordo così.

Diciamo che rapportata allo standard delle spiagge canarie, Playa de Las Canteras fa la figura di quelle mega-spiagge con cabina di salvataggio di che vedete in California. Tipo Baywatch, insomma. Di esotico ha poco e niente, ma non può lasciare indifferenti!

Innanzitutto la dimensione. Stiamo parlando di più di 3 km di spiaggia, tutta di sabbia fine e dorata, ed è costeggiata da un lungomare di tutto rispetto: locali, piazze, ristoranti, parchi, negozi, piste ciclabili, insomma tutto quello che può entrare in 3 km di passeggiata.

 

Papas arrugadas, chorizo e vino
Papas arrugadas, chorizo e vino in un locale a Las Canteras
Playa de Las Canteras - lungomare
Calle Lanzarote… un caso?

 

  • L’oceano qui è impetuoso; cominciamo ad allontanarci dalla costa africana e le onde si fanno sentire. E quindi SI, gli amanti del surf corrono all’opera: ricordo orde di ragazzini biondi (perchè sono quasi tutti biondi i surfisti?!) che uscivano da scuola e correvano al mare con la loro tavola. Percepivo lo stare-bene della gente.
    Ricordo gruppi di amici, anche attempati, sulla spiaggia a godersi la gioia e la salute che quell’ambiente ti dona.

E una marea di ragazzi che facevano sport: non è raro vedere praticare boxe, corsa, stretching, yoga, qualsiasi tipo di esercizio fisico proprio lì sulla spiaggia. Vedere tutta questa attività è un continuo stimolo, trasmette per osmosi un’overdose di voglia di vivere.

 

Playa de Las Canteras - boxe in spiaggia
Boxe sulla spiaggia
Playa de Las Canteras - tramonto
Surf in Las Canteras

 

  • La gente che cammina sul lungomare è un insieme variegato di categorie: l’uomo con la 24ore che ha appena staccato dal lavoro, a fianco alla donna in costume e pareo che va in spiaggia; universitari con cartelline e smartphone, mescolati a turisti accaldati che scelgono un ristorante; ragazzi che fanno jogging, e signori anziani che osservano tutto ciò.

 

Playa de Las Canteras - vista dal lungomare
Vista dal lungomare

 

La notte, la spiaggia si popola di donne arabe con vestiti e veli colorati, e gente in cerca di movida. Impossibile individuare un’etnia: si parla qualsiasi lingua e si incontra qualsiasi persona. Devo dire che questo flusso così intenso di vita quotidiana proprio parallelo alla spiaggia fa un certo effetto.

RICORDO INDELEBILE

Qui ho imparato che ogni occasione merita di essere celebrata. A Las Palmas ho respirato un’aria di festa talvolta anche immotivata; i fuochi d’artificio su Playa de Las Canteras, in un sabato qualunque, senza apparente motivo, me lo ricordano. La gente di tutte le età che canta e balla per strada ne è la prova!

 

Playa de Las Canteras - vestiti tipici canari
Vestiti tipici canari

 

Noi ce la siamo goduta come una vacanza all’insegna del costante divertimento, pur guardandoci sempre intorno per capire se mettere le radici proprio lì.

Ricominciare a Las Palmas sarebbe stato sicuramente più facile: con uno scenario così brulicante di vita, il terreno per costruire una nuova vita/lavoro/rapporti sociali sarebbe stato sicuramente fertile.

 

Playa de Las Canteras - palme
Playa de Las Canteras al tramonto

 

Però… al cuore non si comanda! E spesso la strada più giusta è quella più tortuosa ed intricata, che ci mette alla prova e ci fa scoprire limiti e qualità di noi stessi che mai avremmo pensato di avere.

Scegliere di iniziare a Lanzarote non è stata una passeggiata, almeno non ampia e dritta come quella di Las Canteras 😀

 

Playa de Las Canteras - spiaggia
Playa de Las Canteras

 

 

Ti è piaciuto il post? Votalo!

5 Commenti

  1. Pingback: Gran Canaria: il continente in miniatura | Vita da canari

  2. Pingback: Gran Canaria: il continente in miniatura • VITA da CANARI

  3. Pingback: Tejeda, borgo TOP di Gran Canaria • VITA da CANARI

  4. Pingback: L'incantevole Puerto de Mogán • VITA da CANARI

  5. Pingback: Un deserto alle Canarie: Le Dune di Maspalomas • VITA da CANARI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.