Tenerife, un’isola da vedere e rivedere!

It is not available yet for this language.

Tenerife Isole Canarie map

 

Sapete cosa mi ha lasciato la recente vacanza a Tenerife? La voglia di organizzare un altro viaggio a Tenerife!

Si, è stata una di quelle occasioni in cui torni a casa con la consapevolezza che c’è ancora molto da scoprire, e che tutte le cose meravigliose che ho visto sono solo una piccola parte di ciò che ha da offrire questa affascinante isola.

CONOSCERE TENERIFE

Aspettavo questo viaggio da tempo, soprattutto perché Tenerife era l’ultima tra le “grandi” delle Isole Canarie che mi mancava di esplorare.

Sono partita per metà carica di aspettative, per l’altra metà decisamente scettica, a causa delle diverse opinioni negative di chi me l’ha descritta come un’isola massificata e inflazionata.

Senza dubbio Tenerife è stata la prima tra le Canarie a diventare una grande meta turistica; questo ha fatto si che lo sviluppo demografico e urbanistico sia stato esponenziale (e a tratti incontrollato) negli ultimi decenni.

Città super-popolate e piene di industrie come la capitale Santa Cruz, e immensi centri turistici come Los Cristianos / Las Americas, danno a Tenerife la fama di un’isola confusionaria e dedita al turismo di massa. È questa la prima impressione che si può avere se ci si limita a visitare queste aree, che sono al contempo quelle che garantiscono maggiori opportunità lavorative e ricreative.

Ma bisogna avere la curiosità di addentrarsi nei posti più remoti per scoprire la vera essenza di un luogo. E così facendo ho scoperto una Tenerife tutt’altro che deludente… un’isola piena di sorprese!

 

Tenerife Isole Canarie Sunset
Splendido tramonto a Tenerife

 

 

UN’IMMENSA VARIETÀ DI PAESAGGI E CLIMI

Tenerife è la più grande delle Isole Canarie, e forse è quella che racchiude in sé la più complessa varietà di microclimi. Basti pensare che l’entroterra dell’isola ospita la montagna più alta di tutta la Spagna: il Teide… ovviamente un vulcano.

Ciò significa che a Tenerife d’inverno è possibile vedere la cima del Teide innevata… e allo stesso tempo godersi il mare in una delle sue immense spiagge.

Estremi a parte, in linea di massima possiamo dividere Tenerife in due parti: la zona sud, più arida, dal clima più secco e con una temperatura sensibilmente più alta, e la zona nord, più florida a livello di vegetazione, dal clima più umido e condizionato dalla vicinanza dell’area montuosa.

 

Tenerife Santa Cruz playa Gaviotas
Playa de Las Gaviotas, Tenerife

 

Per questo è impossibile determinare in maniera assoluta la temperatura di Tenerife in un dato periodo dell’anno: tutto dipende dalla zona! E posso assicurarvi che può cambiare di molto.

DA VEDERE A TENERIFE

Ho avuto a disposizione una settimana per percorrere l’isola. Non è stata sufficiente per visitare tutte le sue bellezze, ma posso sicuramente condividere un’idea generale di ciò che non potete perdervi!

La capitale e le grandi città

Ciò che differenzia Tenerife dalle altre isole, è la grandezza dei suoi agglomerati urbani: qui le città arrivano ad essere di dimensioni considerevoli! A partire da Santa Cruz de Tenerife, capitale non solo dell’isola ma anche di una delle due province canarie, dunque centro nevralgico delle attività governative e industriali.

 

Santa Cruz de Tenerife
Santa Cruz, capitale di Tenerife – foto: www.spain.tenerife.com

 

Altro principale centro urbano è Puerto de La Cruz, situato sulla costa nord, noto soprattutto per ospitare uno dei migliori bioparchi del mondo: Loro Parque, un immenso giardino zoologico dove trascorrere un’intensa giornata tra passeggiate ed esibizioni. ➡︎ visita il sito! 

 

Puerto de La Cruz Tenerife Isole Canarie
Costa di Puerto de La Cruz

 

Loro Parque Tenerife Isole Canarie
Una giornata a Loro Parque

 

Degna di nota la cittadina di San Cristóbal de La Laguna, situata a nord non lontano dalla capitale; uno dei borghi più caratteristici delle Isole Canarie, la cui urbanistica fu modello per la costruzione di diverse grandi città latino-americane. Oggi è una cittadina piena di vita, sede della più antica Università Canaria nonché Patrimonio dell’UNESCO.

 

La Laguna Tenerife colori
Per le strade di San Cristobal de La Laguna

 

Costa sud-est

Scendendo lungo la costa orientale, ci addentriamo in un paesaggio ricco di storia e simbolismo. È d’obbligo la visita al borgo di Candelaria e alla sua basilica, sede religiosa della patrona delle Isole Canarie, Nostra Signora della Candelaria.

 

Basilica di Candelaria Tenerife Isole Canarie
Basilica di Nuestra Señora de Candelaria

 

Per gli amanti del mistero e degli scenari improbabili, su questo lato di costa ci sono una serie di chicche da visitare, ben lontane dalle proposte turistiche convenzionali: le piramidi di Guimar, costruzioni affini a quelle delle civiltà mesoamericane regolate su un sorprendente orientamento astronomico, la cui funzione è tutt’ora sconosciuta; il litorale di Fasnia, agglomerato urbano quasi disabitato incastonato tra enormi rocce, conosciuto come Playa de Los Roques.

 

Guimar Piramidi Tenerife Isole Canarie
Piramidi di Güimar

 

Los Roques de Fasnia Tenerife Isole Canarie
Playa de los Roques de Fasnia

 

In ultimo, il Sanatorio di Abona: inquietante città-fantasma composta da circa 40 edifici, la cui costruzione fu progettata per ospitare i malati di lebbra, ma non fu mai terminata. In particolar modo si nota la grande chiesa, perfetto scenario per un film di mistero (o per delle foto fighissime!).

 

Tenerife Isole Canarie Sanatorio Abona Abades
Sanatorio de Abona

 

Se siete fifoni come me e tutto ciò potrebbe turbarvi, la buona notizia è che la costa sud non è solo mistero e chiese abbandonate: arrivati al Médano respirerete aria di rilassatezza ed allegria! Questa cittadina è il luogo ideale per chi pratica sport acquatici, le sue grandi spiagge sono colorate dai numerosi aquiloni dei kitesurfers (e molto frequentate da nudisti).

 

Playa del Medano Tenerife Isole Canarie windsurf
Windsurf a Playa del Médano

 

Costa ovest

Risalendo dalla punta sud, ci troviamo nella zona turistica per eccellenza. I centri urbani di Los Cristianos, Las Americas, Costa Adeje hanno la più grande offerta di villaggi, hotel, ristoranti e locali dell’isola; numerose ed immense spiagge attrezzate, e se non dovesse bastare… il parco acquatico n° 1 al mondo, Siam Park. ➡︎ visita il sito! 

 

 

Tenerife playa fanabe Los Cristianos
Playa de Fañabe

 

Divertimento a Siam Park – foto: Tenerifeexpert.com

 

Allontanandosi dal centro nevralgico del turismo di massa, raggiungiamo uno scenario di tutt’altro tipo: la cittadina di Los Gigantes, il cui litorale è costeggiato da enormi scogliere a picco sul mare (da cui prende il nome), che rendono il suo paesaggio unico e inconfondibile.

 

Los Gigantes Tenerife Isole Canarie
Playa de Los Gigantes

 

Non lontano da qui ed immerso tra le montagne, troviamo il villaggio di Masca, il cui cammino verso la costa è tanto affascinante quanto impegnativo. Una delle escursioni più emozionanti ed intense da fare sull’isola, attraverso una natura unica che vi condurrà ad una selvaggia e incontaminata spiaggia nera.

 

Masca Tenerife Isole Canarie
Il villaggio di Masca, immerso nella natura

 

Costa nord

La costa settentrionale è caratterizzata da un paesaggio naturale e a tratti incontaminato ed ospita numerosi scenari affascinanti.

Merita la visita il villaggio di Garachico, antica capitale dell’isola dalle impressionanti piscine naturali.

 

Garachico Tenerife Isole Canarie
Garachico by night

 

Stessa cosa per la città di Icod de Los Vinos, che ospita uno dei simboli più emblematici dell’isola: il Drago Millenario, un impressionante esemplare di dracena dichiarato Monumento Naturale Nazionale.

 

Icod de los Vinos drago Tenerife Isole Canarie
Il Drago Millenario di Icod de los Vinos

 

Superando la già citata Puerto de La Cruz, attraverseremo la zona di La Orotava.
Qui è d’obbligo fermarsi! La caratteristica cittadina e i villaggi limitrofi sono la patria dei cosiddetti guachinches, piccole “trattorie” (spesso in locali arrangiati) dove si mangia cucina locale a prezzi davvero stracciati, rigorosamente con vino di produzione propria. L’esperienza dei guachinches è tra le più veraci da vivere sull’isola, per la genuinità del cibo e dell’ambiente… non rinunciateci! (Se l’avessi scoperti prima, avrei mangiato nei guachinches per tutta la vacanza).

 

Tenerife guachinches
Queso con dos mojos, ropa vieja de pulpo y vino

 

Proseguiamo fino ad arrivare a Punta del Hidalgo, l’ultimo centro abitato della costa nord. Il litorale di questa zona regala scenari di una bellezza naturalistica spettacolare, la maggior parte piuttosto difficili da raggiungere.

 

Tenerife Bajamar Isole Canarie
Litorale di Bajamar, onde spettacolari

 

Riserve naturali

Uno degli aspetti caratteristici di Tenerife è la grande varietà dei suoi paesaggi. Oltre a grandi spiagge, piscine naturali ed imponenti scogliere, possiamo perderci nel verde di sentieri naturali o addirittura respirare l’aria di montagna… e CHE MONTAGNA!

Ovviamente parlo del Teide, la cima più alta di Spagna (3718 m) da cui si può avere una vista a 360° di tutta l’isola. Non a caso, il Parco Nazionale del Teide è il parco più visitato in tutta Europa! Oltre ad ammirare la bellezza naturalistica del parco, si può raggiungere la vetta con una funivia, o optare per un’affascinante esperienza nell’Osservatorio Astronomico. Ah, per la cronaca… il Teide è un vulcano ancora attivo. Ma “dorme” dal 1909.

 

Parque Nacional del Teide – foto: www.telegraph.co.uk

 

La punta est dell’isola ospita il Parque Rural de Anaga, dichiarato Riserva della Biosfera. Un’enorme area protetta che ospita diverse specie di vegetazione quasi impossibili da ritrovare altrove, come la laurisilva. Passeggiare tra i suoi sentieri immersi nel verde o esplorare le sue incontaminate spiagge sono esperienze uniche!

 

Parque Rural Anaga, tunnel naturale – foto: rinconesdecanarias.com

 

 

CONCLUSIONI

Scrivendo questo articolo mi sono resa conto che è davvero difficile rendere giustizia alla ricchezza di Tenerife. Spero di avervi incuriosito ad esplorarla, soprattutto nel modo in cui merita di essere vissuta. Per la mia esperienza, seguendo tutto ciò che è estraneo al turismo di massa, scoprirete un’isola eccezionale, diversa da quella che molti vi racconteranno. E tornerete a casa con la sensazione di essere privilegiati, per aver conosciuto la faccia più preziosa di una medaglia spesso screditata. E magari come me, dopo aver disfatto le valige penserete già a quando tornare… 🙂

Cosa aspetti…? Organizza il tuo viaggio! 


728 x 90 IMU Leaderboard

Banner eMotion 728 x 90

3 Comments

    1. Elena

      Grazie mille! È un piacere pensare che il post sia valido e che possa aiutare qualcuno a scoprire l’isola da un punto di vista “diverso”.
      Grazie per il commento 🙂

  1. mariella

    ci sono stata 2 volte e leggendo questo articolo mi sono resa conto di non aver visto niente di questa meravigliosa isola!
    A parte LORO PARQUE , che è fantastico!

Leave a Reply

Your email address will not be published.